You are here
Fonderie Pisano, la Procura conferma le accuse: udienza rinviata al 22 ottobre Attualità Cronaca 

Fonderie Pisano, la Procura conferma le accuse: udienza rinviata al 22 ottobre

Nulla di fatto: bisognerà attendere il prossimo 22 ottobre per conoscere l’esito dell’udienza sui presunti reati ambientali commessi dalle Fonderie Pisano. Vengono contestate  violazioni relative al periodo precedente al 2014 ed oggetto del processo durante il quale, nell’udienza che si è svolta oggi, la procura ha presentato un’ulteriore memoria difensiva che, come consulenza richiesta all’Arpac, racchiude tutte le violazioni e le irregolarità sul fronte ambientale commesse dalla fabbrica di Fratte. Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Salerno Mariella Zambrano ha accolto la memoria difensiva e ha dato la possibilità a tutti gli avvocati difensori di replicare con ulteriori memorie entro sette giorni dalla prossima data del processo che si terrà ad ottobre. Il pubblico ministero ha confermato in pieno tutte le accuse parlando di evidenza nella responsabilità e nelle violazioni ambientali commesse dallo stabilimento sia relativamente all’inquinamento del fiume Irno  che alle immissioni in aria. Intanto il Codacons si riserva di presentare nuovi esposti.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi