You are here
Follia ad Avellino, costringono calciatore a spogliarsi: arrestati Provincia Provincia e Regione 

Follia ad Avellino, costringono calciatore a spogliarsi: arrestati

Calciatore dell’Avellino costretto a denudarsi e a consegnare agli ultras la tuta ufficiale della squadra: arrestati. I fatti risalgono al 4 maggio scorso: il club irpino, fra le mura amiche del “Partenio”, rimediò una sconfitta contro il Foggia, risultato che portò all’eliminazione dell’Avellino dai play off di Serie C. Questo mandò su tutte le furie alcune frange di ultras che cercarono, già nello stadio, di avvicinare i giocatori per contestarli, ma la Digos riuscì a bloccarli.

Uno dei calciatori, classe 1999, però, mentre stava rientrando a casa con la propria auto, fu vittima di una vera e propria spedizione punitiva da parte di un gruppo di tifosi. Mentre viaggiava assieme ad un compagno di squadra, fu affiancato da un’auto con a bordo tifosi ultras, alla quale se ne univa subito un’altra dal senso opposto di marcia. Lo bloccarono e riempirono di pesanti offese, minacce e violenze fisiche, costringendolo poi a denudarsi e a consegnare la tuta della squadra che indossava.

I filmati delle telecamere di sorveglianza hanno permesso di individuare 4 soggetti, per gli altri presenti sono ancora in corso le indagini. Quella stessa notte, una delle due auto, in un altro luogo della città, inseguì anche un altro calciatore. Per tre persone (il quarto soggetto, una donna, non è stata ancora identificata), due 30enni e un 22enne, già destinatari in passato di Daspo, sono stati arrestati per rapina aggravata. Sono ora ristretti ai domiciliari.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.