You are here
Femminile Palestinese: incontro con la poetessa Jumana Mustafa al Teatro Ghirelli di Salerno Attualità Turismo ed Eventi 

Femminile Palestinese: incontro con la poetessa Jumana Mustafa al Teatro Ghirelli di Salerno

Prosegue la sesta edizione della rassegna Femminile palestinese, curata da Maria Rosaria Greco e promossa dal Centro di produzione teatrale Casa del Contemporaneo.

Giovedì 24 ottobre, alle ore 18,00, presso il Teatro Ghirelli di Salerno si tiene l’incontro con la poetessa palestinese Jumana Mustafa, autrice del libro “Inciampo non appena cammino lentamente” (Napoli 2011), che riunisce trentacinque poesie scelte dalle sue raccolte e riviste dalla stessa autrice per l’edizione italiana. Traduzione di Bianca Carlino.

 

Inciampo
non appena cammino lentamente
proprio come accade a tutte quelle donne
ritrovate
nei giacigli della delusione
i capelli rasati
le vene recise

Non fermarti presso chi rassomiglia al tuo sogno
non seguire le frecce che conducono alla verità
la verità si trova dall’altra parte

Confusa dalle passioni
abbandonai il sentiero della gloria
brancolavo fra i nasi
ero la prova scientifica
che il cuore della donna
potesse riflettere tutti i colori dello spettro
Jumana Mustafa

 

Con l’autrice, Jumana Mustafa, sono presenti: Omar Suleiman, Comunità palestinese Campania
Maria Rosaria Greco, curatrice

 

Commento musicale di Hartmann Quartett:

Daniele Apicella – tamburi a cornice e percussioni
Renata Frana- dilruba

Gabriele Pagliano – contrabbasso, viella
Carlo Roselli – citola, oud, robab, voce

 

BIOGRAFIA

Jumana Mustafa, nasce nel Kuwait nel 1977 da una famiglia palestinese, vive in Giordania dove ottiene la cittadinanza nel 2004. Lavora come corrispondente per diversi quotidiani, tra i quali il giordano Al Ghad nella sezione culturale.
Nel 2008 entra nella compagnia teatrale Al Fauanees con cui istituisce il Festival Poesia in teatro, che si svolge annualmente.
Si dedica alla poesia sin dall’infanzia e pubblica tre raccolte “Estasi Selvaggia” Dar al-Farabi, 2007, “Dieci donne”, Arab Institute for Research and Publiscing, 2009, “Una bellezza defunta vincerà la scommessa” Dar al-Farabi, 2011.
Partecipa a diversi festival internazionali di poesia e teatro in Italia, Siria, Tunisia, Algeria oltre che a numerose serate poetiche a Damasco, Amman e Beirut.
Attualmente lavora presso la UNDIP di Amman come responsabile del settore comunicazione e informazione .

La traduttrice Bianca Carlino (Palermo 1984) ha studiato la lingua araba nelle università di Tunisi, Palermo e Napoli . Ha tradotto in italiano alcune opere di Maram al-Masri

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi