You are here
Din Don, ha segnato Bocalon: la rivincita del “Doge” Primo piano Sport 

Din Don, ha segnato Bocalon: la rivincita del “Doge”

Din Don, ha segnato Bocalon: la rivincita del “Doge”. La Salernitana, a quanto pare, ha trovato in casa il bomber che sembrava mancare. Con grande umiltà e professionalità l’ex attaccante dell’Alessandria si è messo sempre a disposizione della squadra e si è fatto trovare pronto quando il tecnico Colantuono gli ha concesso la chance dal primo minuto. In occasione della trasferta di Lecce Riccardo Bocalon fu mandato in campo al 51’ minuto e realizzò la prima rete dei granata che poi riuscirono a centrare il pareggio grazie anche alla rete di Castiglia in pieno recupero. A Crotone, mandato in campo dal primo minuto, non si è fatto trovare impreparato ed ha messo a segno la rete che stava per regalare i tre punti alla Salernitana (granata raggiunti solo all’85° dai calabresi). Nuova chance dal primo minuto anche in occasione del match di ieri contro il Livorno e “Din Don” Bocalon ha risposto nuovamente presente con una preziosa doppietta. Il suo score è invidiabile: 4 gol, due assist, tanti palloni recuperati, un rapporto idilliaco con la tifoseria e la voglia matta di conquistarsi il massimo palcoscenico calcistico con la maglia granata.

LE PAROLE DEL CO PATRON MARCO MEZZAROMA

 Al termine del match il co patron Marco Mezzaroma si è espresso così proprio sull’attaccante: “Si è sempre allenato con serenità anche quando ci sono state critiche ingenerose. Bocalon è voluto rimanere a Salerno anche quando la concorrenza si era fatta importante, non ho mai avuto dubbi su di lui”. Parole d’elogio nei confronti di Bocalon e di tutto il gruppo granata sono state pronunciate anche da mister Colantuono al termine del match. Trainer granata che, con molta probabilità, lo schiererà titolare anche in occasione della prossima trasferta di Venezia. “Non c’è due senza tre” diceva un vecchio proverbio… e Bocalon andrà a caccia in terra lagunare del gol per la terza gara consecutiva.

mm

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi