You are here
De Luca: “In Italia abbiamo pensato alle scemenze e non a produrre i vaccini” Attualità Primo piano 

De Luca: “In Italia abbiamo pensato alle scemenze e non a produrre i vaccini”

“Sui sottosegretari, al di là e al di qua delle persone nominate – dice De Luca – nella sua diretta del venerdi- credo che sia bene stendere un velo pietoso per ragioni di carità cristiana e anche per non andare oltre il codice penale”. Il governatore torna a polemizzare sui mancati controlli e chiede un piano di sicurezza. Poi punta l’indice contro il commissario straordinario Arcuri per la mancanza di Vaccini: “Produrre i vaccini era la prima cosa, ma nessuno ci ha pensato. Abbiamo pensato alle scemenze, non a produrre i vaccini. I vaccini non arrivano. Potremmo somministrarlo al doppio dei cittadini, ma con queste forniture andremo alle calende greche per completare la vaccinazione. Per questo sarà necessario valutare di fare la prima dose, e poi si vede. Se dobbiamo stare fermi meglio avere una copertura al 50-60 per cento, che riduce comunque l’attacco del Covid, piuttosto che stare a contemplare il nulla”.
Per ovviare alla inadeguata fornitura di dosi, De Luca conferma anche la volontà di acquistare vaccini autonomamente: “L’acquisto all’estero avverrà avendo avendo chiari due presupposti – spiega – la Campania non userà mediatori o intermediari, parliamo  ad aziende ufficiali e agli Stati. In ogni caso i vaccini che saranno somministrati saranno valutati e approvati da autorità di controllo come Ema e Aifa”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.