You are here
Da Salerno parte la sfida per le regionali, la Lega: “Noi pronti per l’alternativa a De Luca” Attualità Politica 

Da Salerno parte la sfida per le regionali, la Lega: “Noi pronti per l’alternativa a De Luca”

Parte da Salerno la sfida della Lega in vista delle elezioni regionali di maggio. Presso il Polo Nautico di Salerno, si è tenuto un summit particolarmente affollato dei fedelissimi di Matteo Salvini presieduto dal nuovo commissario regionale Nicola Molteni e dal il vicesegretario nazionale Andrea Crippa. Presenti anche il deputato Gianluca Cantalamessa, il responsabile del programma elettorale Aurelio Tommasetti, il commissario provinciale Nicholas Esposito, il coordinatore Lega Giovani di Salerno Tiziano Sica, l’eurodeputato Lucia Vuolo, il segretario federale Lega Giovani Luca Toccalini e numerosi dirigenti e amministratori locali. Molteni è pronto ad organizzare la campagna elettorale e a selezionare i candidati al consiglio regionale: “Per la Lega, la Campania è fondamentale. E così, mentre gli altri fanno campagna elettorale soltanto a ridosso delle elezioni, noi incominciamo prima perché il nostro partito è presente prima e soprattutto dopo le tornate elettorali nei territori. Salvini – ha aggiunto – vuole investire molto in questa regione per costruire un’alternativa a chi l’ha governata male in questi anni”. Ma sul nome del futuro candidato presidente della Regione, che spetterebbe a Forza Italia (Berlusconi ha indicato il leader dell’opposizione Stefano Caldoro), Molteni non si sbilancia: “Arriverà” taglia corto. Cauto anche il deputato Cantalamessa: “L’unità del centrodestra non è in discussione. Caldoro è un carissimo amico, ho grande stima personale per lui. Ma il nome è il punto finale di un ragionamento che comincerà domani mattina”. E’ già al lavoro per stilare il programma, invece, Tommasetti: “Dobbiamo dare risposte concrete ai cittadini su ambiente, sanità, infrastrutture, lavoro, giovani, turismo, sicurezza e tanto altro. Sabato prossimo a Napoli – ha annunciato – si riuniranno si riuniranno i tavoli di lavoro che abbiamo organizzato in queste settimane”.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi