You are here
Covid 19 in Italia, aumentano (di poco) le terapie intensive e i decessi. I nuovi positivi sono 329 Attualità Primo piano 

Covid 19 in Italia, aumentano (di poco) le terapie intensive e i decessi. I nuovi positivi sono 329

Tornano a salire i pazienti ricoverati in terapia intensiva, per la prima volta dopo il 7 aprile (71 giorni fa).  Un piccolo aumento, solo 5 unità, che potrebbe far accendere la  spia dell’allarme. E oggi torna a salire anche il numero di morti di pazienti ricoverati con coronavirus (sono 66 oggi), restano in numero sostenuto i nuovi contagi, sullo stesso livello di ieri, ma in aumento rispetto ai livelli più bassi raggiunti nelle ultime settimane.

 

Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia è 238159.

In terapia intensiva si trovano oggi 168 persone, 5 più di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 2867 persone, 246 meno di ieri. In isolamento domiciliare 20066 persone (-583 rispetto a ieri).

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 66 persone (ieri le vittime erano state 43), arrivando a un totale di decessi 34514.

I guariti raggiungono quota 180544, per un aumento in 24 ore di 1089 unità (ieri erano state dichiarate guarite 929 persone).

Il calo dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 824 unità (ieri erano stati 644) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 329 (ieri 329).

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi