You are here
Controlli nella Movida: arrestati due salernitani e un marocchino per furto di auto dell’Asl Attualità Cronaca 

Controlli nella Movida: arrestati due salernitani e un marocchino per furto di auto dell’Asl

L’ultimo fine settimana, sia nel centro cittadino che in altre zone della Città, ha visto, ancora una volta, Forze dell’Ordine, Polizia Locale e Militari dell’Esercito Italiano impegnati a garantire il rispetto delle norme finalizzate a contrastare la diffusione del contagio Covid-19 nonché a prevenire ogni forma di illegalità. Personale dell’Ufficio Prevenzione Generale ha proceduto all’arresto in flagranza, per resistenza a P.U., per porto e detenzione di arma nonché per ricettazione di un’autovettura dell’ASL di Salerno asportata tra il 24 ed il 27 luglio nel capoluogo, di due cittadini italiani, con precedenti per reati contro la persona, contro il patrimonio e stupefacenti, nonché di un cittadino extracomunitario. Nella nottata poliziotti della Squadra Volante della Questura di Salerno sul lungomare Trieste, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio, predisposti dal Signor Questore, intensificati nei fine settimana in occasione della “movida”, alle ore 3,30 circa, hanno inseguito una Fiat Panda con il logo dell’ASL con tre
giovani i a bordo. I tre che annoverano precedenti di polizia hanno tentato in tutti i modi di evitare il controllo cercando di dileguarsi a forte velocità. I poliziotti grazie alla loro prontezza sono riusciti a raggiungere l’autovettura e i tre vistisi braccati hanno cercato di allontanarsi a piedi lasciando l’auto al centro della carreggiata
di Corso Vittorio Emanuele. Gli agenti li hanno inseguiti a piedi e, anche grazie alla collaborazione di cittadini salernitani, sono riusciti a bloccarli e a trarli in arresto.
I tre identificati per R.C. di anni 20 salernitano pregiudicato, A.G di anni 22 salernitano con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, rapina e furto di auto, D.M.D. marocchino di anni 19, regolare sul territorio nazionale, sono stati posti agli arresti domiciliari e saranno giudicati con direttissima nella giornata di domani dovendo rispondere di ricettazione resistenza a pubblico ufficiale e detenzione porto di coltello di genere proibito.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi