You are here
Contestazioni per violazioni del codice della Strada, dal 1 aprile nessun ricorso a mano Attualità 

Contestazioni per violazioni del codice della Strada, dal 1 aprile nessun ricorso a mano

La Prefettura di Salerno, a partire dal 1° aprile 2021, non consentirà più agli utenti la presentazione a mano dei ricorsi avverso le contestazioni delle violazioni al Codice della Strada – che all’art. 203 prevede la possibilità di presentarlo direttamente al Prefetto a mezzo raccomandata a. r. – ma gli stessi dovranno essere inviati esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata o Raccomandata con avviso di ricevimento. Tali misure rientrano in un complessivo piano di riorganizzazione e razionalizzazione dei rapporti con l’utenza esterna, anche nell’ottica del contrasto alla diffusione dell’epidemia da Sars-Cov2.

Pertanto, il trasgressore dovrà trasmettere il ricorso al Prefetto con Raccomanda con avviso di ricevimento ovvero – firmato digitalmente o in forma PDF – a mezzo Posta Elettronica Certificata che ha lo stesso valore legale.

Si raccomanda, inoltre, l’utenza di specificare nel campo “oggetto” della Posta Elettronica Certificata la seguente parola chiave: Ricorso CDS.

L’invio tramite la Posta Elettronica Certificata dovrà avvenire, a pena di irricevibilità, esclusivamente da un indirizzo certificato (così da garantire la certezza della provenienza e dell’avvenuta ricezione) e dovrà essere diretto esclusivamente all’indirizzo [email protected].

Tale modalità di invio dei ricorsi si inserisce appieno nella definizione di un nuovo rapporto tra il cittadino e la pubblica amministrazione che sfrutta le opportunità del digitale. Lo SPID, la firma digitale e la Posta Elettronica Certificata liberano l’utente dalla necessità di doversi recare fisicamente allo sportello e di sobbarcarsi lunghe attese, fornendo le più ampie garanzie di tracciabilità dei procedimenti e rispetto dei tempi di evasione delle richieste.

 

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.