You are here
CONSEGNATO L’ INNOVATIVO PURIFICATORE E SANIFICATORE D’ARIA “POTHOS” AL LICEO SCIENTIFICO “F. SEVERI” DI SALERNO Attualità 

CONSEGNATO L’ INNOVATIVO PURIFICATORE E SANIFICATORE D’ARIA “POTHOS” AL LICEO SCIENTIFICO “F. SEVERI” DI SALERNO

 Si è svolta stamani, a partire dalle ore 10, nell’Auditorium del Liceo Scientifico Statale “Francesco Severi” di Salerno la cerimonia di consegna di un dispositivo “Pothos”, innovativo purificatore e sanificatore d’aria donato all’istituto dall’azienda salernitana IT SVIL.

Alla presenza di una nutrita rappresentanza di studenti e docenti, è stato il Ceo di IT SVIL, Carlo Mancuso, a spiegare ai ragazzi i tanti benefici che Pothos offrirà loro, a partire da una maggiore serenità nello stare di nuovo finalmente insieme in uno spazio condiviso.

Il sistema include al suo interno tre funzionalità importanti – ha spiegato Mancuso alla giovane platea –  La prima si tratta di un sistema di monitoraggio della qualità dell’aria analizzando non solo le polveri sottili ma altri elementi come la CO2, l’anidride carbonica. La seconda caratteristica è che attraverso filtri Hepa a tre strati al carbone attivo si può garantire una lunga durata, fino a sei mesi, decisiva per una questione di costi e di sostenibilità. Il terzo elemento infine è la sanificazione, il più importante, perché il dispositivo permette, attraverso lampade UVC, agli ultravioletti, di sanificare tutte le componenti all’interno costantemente. Così facendo non vi è il rischio di accumulo di batteri, muffe o altre sostanze, permettendo un flusso d’aria salubre”.

Il tutto è incluso in maniera compatta e armonica all’interno di un dispositivo in cui anche l’occhio fa la sua parte.

“Abbiamo lavorato molto anche dal punto di vista estetic – afferma Mancuso – Oltre la forma, creata cercando di dare una certa linea di design vi è una luce al led che, tramite un facile ed intuitivo codice colore, verde-giallo-rosso,  fornisce rapidamente il quadro della condizione dell’aria all’interno dello spazio in questione. Da sottolineare infine che tutte le componenti sono totalmente Made in Italy, create e assemblate nei laboratori di IT SVIL”.

Soddisfazione anche per la dirigente scolastica del Liceo Severi, Barbara Figliolia: “È stata una donazione eccellente – afferma la preside – Ringrazio It Svil e Carlo Mancuso, dimostratisi molto sensibili nei confronti della scuola e dei suoi alunni. Pothos ci permetterà di recuperar  quegli spazi che ad oggi non ci era permesso utilizzare, sanificando l’aria e purificandola. Sarà utilizzato nelle aule così come nel nostro ampio Auditorium, che sarà così recuperato per le attività scolastiche ed extrascolastiche“.

La dirigente scolastica si sofferma poi sulle strade future da percorrere insieme all’azienda salernitana.”Ci abbiamo creduto fino in fondo – conclude Figliolia – Sono stata molto felice di vedere l’interesse dei ragazzi che a fine presentazione hanno posto domande, anche di tipo tecnico, a Mancuso così come all’ingegnere Giovanni D’Acunto di IT SVIL. Vi saranno sicuramente altre collaborazioni con loro anche per attività di PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento)  perché a mio avviso è molto importante anche incentivare i nostri ragazzi, come ad esempio quelli dell’indirizzo di Scienze informatiche, nell’avere delle esperienze formative in questo settore”.

LE PECULIARITA’ DI POTHOS

Dimensioni contenute innanzitutto: rispetto alle soluzioni già esistenti sul mercato, Pothos è più compatto e, per questo motivo, più facile da integrare in un contesto abitativo e lavorativo mantenendo un rapporto “efficienza-ingombro” superiore a qualsiasi altro prodotto.

Alti livelli di filtraggio: grazie ai due stadi di filtraggio, si ha un notevole abbattimento degli inquinanti. Nel primo stadio si abbatte un gran numero di particelle con diametro maggiore o uguale a 2,5 micrometri, il secondo stadio provvede al trattenimento delle particelle più fini, il cui diametro non supera i 2,5 micrometro. L’efficienza del dispositivo raggiunge livelli di filtraggio fino al 99,95%, grazie al filtro HEPA H13.

A fare la differenza, infine, è sicuramente l’uso di tecnologie IoT all’avanguardia. Il dispositivo è infatti in grado di interconnettersi sia con altri sanificatori Pothos che con altri devices. Si forma così una rete capillare ed intelligente di dispositivi, legando strettamente ambiente, salute e tecnologia in favore della salubrità degli spazi interni e la salvaguardia della salute.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.