You are here
Codacons contro il caso delle Fonderie Pisano: rigettate le loro eccezioni sollevate contro i dirigenti dell’Arpac Economia 

Codacons contro il caso delle Fonderie Pisano: rigettate le loro eccezioni sollevate contro i dirigenti dell’Arpac

Il Codacons Campania, dopo essere stato ammesso parte civile nei confronti di tutti gli imputati già nella prima udienza del 18 Marzo, ha continuato a seguire l’iter del processo contro i dirigenti dell’Arpac (Dipartimento di Salerno), legato alla vicenda delle Fonderie Pisano, di cui, da tempo, il Codacons si occupa.
Nell’odierna udienza sono state rigettate le eccezioni sollevate dai legali degli imputati fondate sul rilievo della genericità delle imputazioni e si è, infine, rinviata la causa, per l’escussione delle prime prove testimoniali, a Novembre del 2019.
“A questo punto – commenta l’Avv. Matteo Marchetti, vice segretario nazionale del Codacons – non ci resta che sperare in un processo rapido, anche in considerazione delle diverse vicende giudiziarie esistenti al momento riguardanti le Fonderie Pisano e i loro amministratori, fiduciosi che si faccia luce su tutta la vicenda e si chiariscano, una volta per tutte, le responsabilità in relazione ai reati rubricati”

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi