You are here
Cava de’ Tirreni, violenta lite al pronto soccorso finisce in sparatoria: 2 feriti Cronaca Primo piano Provincia e Regione 

Cava de’ Tirreni, violenta lite al pronto soccorso finisce in sparatoria: 2 feriti

Prima la lite, poi gli spari. Momenti di tensione al pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria dell’Olmo” di Cava de’ Tirreni. Una lite degenerata con due feriti da arma da fuoco, scatenata dopo il diniego del medico di guardia per un ricovero di un 80enne cavese. I protagonisti sono due infermieri, padre e figlio, uno del “Ruggi d’Aragona” e l’altro del 118 che, nel pomeriggio, hanno accompagnato l’anziano parente al pronto soccorso dell’ospedale di Cava de’ Tirreni.

I due tentano di bypassare la fila convincendo il medico di turno che, però, rifiuta: è da qui che nasce un diverbio che, con il passare dei minuti, assume toni sempre più accesi fino a degenerare con l’arrivo del padre del medico, presumibilmente avvisato dall’interessato. Un arrivo dal quale scaturisce un nuovo alterco che culmina con l’estrazione, da parte del genitore del dottore di turno, di una pistola, che viene puntata direttamente verso le gambe del figlio dell’ottantenne recatosi al pronto soccorso: viene esploso un colpo che ferisce l’uomo.

In difesa del padre gambizzato interviene il figlio, nipote dell’anziano, che si scaglia contro il responsabile del gesto: parte una nuova colluttazione nel corso della quale viene esploso un secondo colpo che, stavolta, attinge a un fianco proprio il papà del medico. I due feriti sono stati soccorsi e operati per estrarre i due proiettili mentre sono in corso le indagini per chiarire l’esatta dinamica dei fatti.

L’episodio non ha nulla a che vedere con un altro fatto di cronaca avvenuto sempre a Cava de’ Tirreni nello stesso giorno ed a poche ore di distanza.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi