You are here
Cava de’ Tirreni, iniziata la perizia sull’albero che ha ucciso l’oculista Gioacchino Mollo Provincia e Regione 

Cava de’ Tirreni, iniziata la perizia sull’albero che ha ucciso l’oculista Gioacchino Mollo

Perizia fitostatica sull’albero caduto lo scorso 6 febbraio a Cava de’ Tirreni e che ha provocato la morte dell’oculista Gioacchino Mollo. Gli accertamenti, disposti dalla Procura di Nocera Inferiore, sono iniziati ieri mattina nella villa comunale della città metelliana. Il pm titolare del fascicolo Federica Lo Conte ha affidato i rilievi tecncici al presidente dell’ordine dei dottori Agronomi e dei dottori Forestali della provincia di Salerno, Carmine Maisto, mentre la famiglia della vittima, rappresentata dall’avvocato Vincenzo Cirillo, ha incaricato come consulente Giacomo De Paolo Ganino Lombardi. Gli esperti hanno lavorato fino al primo pomeriggio di ieri ma, con ogni probabilità, torneranno nei prossimi giorni in villa comunale per effettuare nuovi rilievi. Gli accertamenti disposti dalla Procura Nocerina serviranno a capire le condizioni in cui versava il pino secolare e appurare se la tragedia avvenuta in via Crispi poteva essere evitata o meno. Il Comune, nelle ore immediatamente successive alla tragedia, aveva spiegato che il patrimonio arboreo è costantemente monitorato e che gli agronomi avevano relazionato soltanto pochi mesi fa sull’albero caduto, uno dei più antichi della città metelliana.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi