You are here
Cava de’ Tirreni, caso Anna Manzo. Nuovo appello a De Luca Attualità Provincia Provincia e Regione 

Cava de’ Tirreni, caso Anna Manzo. Nuovo appello a De Luca

L’avvocato Mario Cicchetti ha scritto nuovamente al governatore campano Vincenzo De Luca, chiedendo un intervento per Arianna Manzo, la “bimba di legno” che secondo i giudici di primo grado del Tribunale di Salerno è stata vittima di un caso di malasanità. Non avendo ricevuto alcun riscontro, il legale ha segnalato nuovamente la grave situazione in cui si trova la 17enne di Cava de’ Tirreni, divenuta tetraplegica, sorda e ipovedente. «Come rappresentatole, infatti, lo scorso 14 settembre, il Collegio peritale cui la Sezione Civile della Corte di Appello di Salerno ha conferito incarico di riesaminare il caso della piccola, ha inviato alle parti processuali la bozza dell’elaborato tecnico (che, in precedenza, le ho puntualmente rimesso) le cui conclusioni confermano le inescusabili negligenze dei sanitari dipendenti dell’A.O.R.N. “Antonio Cardarelli” di Napoli nella causazione delle gravissime patologie che affliggono la piccola Arianna», si legge nella lettera indirizzata al governatore Vincenzo De Luca dal legale della famiglia Manzo. Proprio a seguito della relazione tecnica redatta dai periti, l’avvocato ha chiesto nuovamente un incontro all’ex sindaco di Salerno, affinché si possa valutare l’ipotesi di giungere ad una transazione con il Cardarelli (condannato in primo grado al risarcimento di 3 milioni di euro) che in passato era stata proposta proprio da De Luca.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi