You are here
Carmine Pinto è il nuovo direttore dell’Istituto per la storia del Risorgimento Turismo ed Eventi Unisa e Scuola 

Carmine Pinto è il nuovo direttore dell’Istituto per la storia del Risorgimento

È Carmine Pinto, ordinario di storia contemporanea nell’università degli studi di Salerno, il nuovo direttore dell’Istituto per la storia del Risorgimento.

Lo rende noto il ministero per i Beni e le attività culturali e per il Turismo a seguito della firma del ministro Dario Franceschini dei due decreti per la nomina del direttore e del Consiglio direttivo e di consulenza scientifica dell’Istituto.

La nomina – ricorda una nota del Mibact – segue l’approvazione del nuovo Statuto, firmato dai ministri Gualtieri e Franceschini lo scorso dicembre, ponendo così termine alla fase di commissariamento. “Ringrazio il commissario Tronca”, ha dichiarato Franceschini, “per il lavoro svolto in questi anni”.

L’Istituto, che ha sede a Roma nel complesso demaniale del Vittoriano, amministra il Museo centrale del Risorgimento ed ha come scopo la promozione degli studi sulla storia d’Italia dall’Unità e Indipendenza fino al termine della Prima Guerra Mondiale; possiede un rilevante patrimonio di cimeli, disegni, sculture e rari documenti legati alla genesi dei fatti storici che portarono all’Unità d’Italia.

A seguito di questi due nuovi decreti il Consiglio direttivo e di consulenza scientifica dell’Istituto per la storia del Risorgimento italiano è pertanto composto dal direttore, prof. Carmine Pinto, che lo presiede, e dai seguenti componenti: prof. Aldo Accardo; prof.ssa Arianna Arisi Rota; prof. Roberto Balzani; prof. Alberto Mario Banti; prof. Giampaolo D’Andrea; dott. Gian Luca Fruci; prof. Silvano Montaldo; prof.ssa Carlotta Sorba; la direttrice del Vittoriano e Palazzo Venezia, Edith Gabrielli.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi