You are here
Camerota, la Capitaneria chiude il cantiere dell’area demaniale dopo la denuncia ambientalista Provincia e Regione 

Camerota, la Capitaneria chiude il cantiere dell’area demaniale dopo la denuncia ambientalista

“La Capitaneria di porto di Marina di Camerota ha provveduto a porre il 5 dicembre i sigilli a tutto il cantiere dove con mezzo pesante si stava gravemente compromettendo l’area demaniale protetta (Sic e Zps nel Parco nazionale) prospiciente un camping alla Cala del Cefalo”. A denunciarlo è l’attivista per l’ambiente Paolo Abbate. “La mareggiata del 12 novembre scorso aveva portato allo scoperto spesse massicciate di cemento su cui poggiavano casotti in legno vista mare, collocati nella pineta e tubi di gomma provenienti dai medesimi. Tubi che sarebbe molto utile e importante sapere a cosa servissero”, ricorda Abbate.  L’attivista rivendica il suo ruolo: “Questi probabili abusi su area protetta del Parco erano rimasti ancora ignoti alle autorità competenti, ma grazie alla segnalazione la Capitaneria di Marina è subito intervenuta bloccando con sequestro preventivo i lavori suddetti”.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi