You are here
Bracigliano, il sindaco: “Non mi candido per le prossime elezioni provinciali” Politica Provincia Provincia e Regione 

Bracigliano, il sindaco: “Non mi candido per le prossime elezioni provinciali”

 “Ho riflettuto molto e nonostante le manifestazioni di stima ed affetto che con grande piacere ho ricevuto in questi giorni, ho deciso di non ricandidarmi per le prossime elezioni Provinciali”. Così, il Sindaco di Bracigliano, Antonio Rescigno, che prende tutti in contropiede attraverso una scelta del tutto inattesa e per certi versi sofferta, soprattutto in considerazione del ruolo istituzionale che ha ricoperto, ininterrottamente, per 7 anni consecutivi, dall’ottobre del 2014 ad oggi. Un ruolo, che lo ha visto impegnato nella qualità di Consigliere della Provincia di Salerno con una delega molto delicata: quella alla viabilità, che in tante occasioni lo ha anche visto al centro di accesi dibattiti e polemiche, in considerazione delle precarie condizioni in cui, per molti anni, hanno versato le arterie di collegamento provinciale, sottoposte a continui lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria. “Non è stato affatto semplice – ha spiegato il Sindaco Rescigno – decidere di non candidarmi alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Salerno, che si terranno il prossimo 18 dicembre. Chi mi conosce, conosce anche la passione incondizionata che nutro nei confronti della politica, che per me resta, solo ed esclusivamente, un servizio da prestare a favore dei cittadini in un determinato ambito di competenza per favorire il miglioramento generale delle condizioni di vita di ciascuno e lo sviluppo socio-economico di un territorio che si ha l’onore e l’onore di amministrare”. “Mi preme ringraziare – ha detto ancora Rescigno – il mio partito di appartenenza, Il Partito Democratico, e tutti i suoi esponenti, che hanno manifestato un vivo interesse per la mia candidatura alle prossime elezioni provinciali. Il loro sostegno, il loro affetto e la loro vicinanza, rappresentano per me una forma di riconoscenza che non posso fare a meno di evidenziare ed apprezzare per il modo in cui mi è stata manifestata. Tuttavia, dopo sette lunghi anni trascorsi in seno al Consiglio Provinciale, credo sia giunto il momento di dare spazio agli altri, mettendo da parte quella passione e quell’impegno, che pur restando fermi e convinti, ritengo debbano essere trasferiti nelle competenze e professionalità di altri validi soggetti politici, che meglio di me riusciranno ad essere espressione e concretizzazione delle istanze popolari”. “Col mio congedo dalla scena politica provinciale – aggiunge il Sindaco Rescigno – non posso certo non ricordare il lavoro condotto sino ad oggi sul fronte della manutenzione della viabilità. Chilometri e chilometri di interventi sulla maggior parte delle arterie di collegamento tra i vari territori della Provincia, che ancora oggi necessitano di ulteriori lavori di miglioramento per garantire la sicurezza stradale. Lascio questo incarico con soddisfazione per il lavoro sinora condotto, consapevole che colui che riceverà questo incarico dopo di me, riuscirà sicuramente a portare avanti una politica di salvaguardia del territorio, nell’interesse della collettività. Grazie a tutti coloro che hanno creduto in me, ma soprattutto nel mio modo di fare politica, da sempre caratterizzato nell’anteposizione degli interessi generali e collettivi a ogni forma di personalismo individuale”. “Sono orgoglioso – ha concluso Rescigno – di aver ricoperto questo incarico, impegnandomi per l’intera Provincia di Salerno e non di una parte di essa. Saluto con affetto, stima e rispetto, i sindaci ed amministratori tutti per la reciproca collaborazione offerta in questi anni difficili per le province italiane, soprattutto durante il periodo di emergenza sanitaria. Inoltre, un grazie di cuore ai colleghi Consiglieri e a tutti i dipendenti dell’Ente per la schietta e corretta collaborazione emersa in tutte le occasioni di confronto istituzionale e politico”. Rescigno, alle elezioni del prossimo 18 dicembre (che ricordiamolo, come ha imposto la Legge Delrio del 2014, trasforma le Province in Enti di secondo livello) continuerà a sostenere il suo partito di appartenenza, il PD, seppur da osservatore esterno interessato alle dinamiche politiche ed istituzionali del territorio della Provincia di Salerno.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi