You are here
Boom birrifici, +55% nel periodo 2015-17 Lifestyle 

Boom birrifici, +55% nel periodo 2015-17

Cresce la birra in Italia con un aumento del 55% delle imprese brassicole e del 16% dell’occupazione nel periodo 2015-17. E’ quanto rende noto Unionbirrai, spiegando che le imprese del comparto sono passate da 649 a 1.008, mentre i lavoratori sono invece saliti da 7.893 a 9.126. Per il prossimo triennio si prevede un ulteriore crescita di occupati del 10%.

L’associazione dei microbirrifici segnala inoltre che nella penisola i birrifici con più di 50 addetti sono l’1,5% del totale, mentre quelli con meno di cinque rappresentano l’84%.

Nel commentare il momento che vive il settore il presidente di Unionbirrai, Vittorio Ferraris, afferma che è stato “raggiunto un risultato importante per un settore in cui oltre il 50% delle imprese impiega personale a tempo indeterminato”. “Grazie al nuovo regime fiscale – aggiunge il presidente – l’intero comparto potrà risparmiare circa 6 milioni di euro di tasse all’anno da poter reinvestire nel settore per l’ottimizzazione e l’incremento della produzione. Infatti – incalza Ferraris – molti birrifici indipendenti oggi sono sottodimensionati, ma da qui al 2021 ci aspettiamo un ulteriore incremento del 10% di posti di lavoro nel comparto oltre a investimenti su nuovi macchinari”.

scritto da 







Related posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi