You are here
ANTICAMORRA, RESCIGNO (LEGA) A IANNONE: “NON RICONOSCE UOMINI LIBERI” Attualità Politica 

ANTICAMORRA, RESCIGNO (LEGA) A IANNONE: “NON RICONOSCE UOMINI LIBERI”

“Le parole del senatore di Fratelli d’Italia Antonio Iannone contro la mia elezione alla guida della commissione Anticamorra della Regione Campania sono ridicole. Comprendo l’amarezza del momento per l’errore politico del partito che lui guida in Campania, avendo sostenuto per la commissione la candidatura di Michele Schiano, componente della maggioranza deluchiana nella passata consiliatura. E dunque quando parla di “opposizione addomesticata” dovrebbe guardare al proprio segretario provinciale. Iannone fa fatica a riconoscere gli uomini liberi, avendo alle spalle una lunga storia politica da “gregario e “servo” del generale.

Iannone conosce la mia storia, le mie battaglie per la legalità, avendole supportate da componente della commissione bicamerale antimafia in Parlamento e dovrebbe essere solo felice per la mia elezione. E’ inaccettabile la sua reazione scomposta contro l’autonomia del Consiglio regionale. Vorrei ricordare, che le opposizioni erano presenti. Le uniche due forze politiche che hanno disertato erano Fdi e Fi”. Lo dichiara il presidente della commissione Anticamorra e Beni confiscati Carmela Rescigno, consigliere regionale della Lega in Campania

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.