You are here
Animali maltrattati e smaltimento illecito di reflui zootecnici: denuncia e sequestro nella Piana del Sele Provincia e Regione 

Animali maltrattati e smaltimento illecito di reflui zootecnici: denuncia e sequestro nella Piana del Sele

Maltrattamento di animali e smaltimento illecito di reflui zootecnici. È la denuncia presentata nei confronti di un imprenditore, titolare di un allevamento bufalino della Piana del Sele, da parte delle forze dell’ordine e delle guardie ambientali dell’accademia Kronos, impegnate nelle attività di tutela dell’ambiente e di verifica del benessere animale. A renderlo noto, le stesse guardie ambientali che sui canali social dell’associazione, hanno evidenziato le condizioni precarie e le gravi condizioni nelle quali hanno rinvenuto decine di animali .

Il blitz delle guardie ambientali è avvenuto all’interno di un’azienda zootecnica che già nel 2014 era stata sottoposta a sequestro giudiziario a seguito di violazioni in materia ambientale, accertate durante i controlli estivi. Raccapricciante lo scenario che le guardie nella giornata di ieri, si sono trovate difronte: reflui, acque di lavaggio e fanghi, smaltiti illecitamente in un canale di scolo dell’acqua che si riversa direttamente a mare. Allarmante anche la condizione nella quale gli ambientalisti hanno trovato anche decine di vitelli, richiusi in piccole stalle, legati al collo con corde di pochi centimetri, caduti a terra senza acqua e lettiere. L’imprenditore è stato così deferito mentre parte dell’azienda zootecnica è stata sequestrata.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi