You are here
Alma Salerno leziosa, vince il Colleferro Calcio Dilettanti Sport 

Alma Salerno leziosa, vince il Colleferro

Stavolta non basta Milucci. L’Alma Salerno perde al PalaRomboli con il punteggio di 3 a 5 in favore del Colleferro. Una partita a tratti surreale, con i granata abili a creare una mole importante di occasioni ma incapaci di concretizzare. È mancato l’ultimo tocco e, come è scritto negli annali di questo sport, gol mancato gol subito. Il detto diventa il mantra di una partita che i granata dominano senza però portare punti a casa.

Magalhaes ha rinunciato dall’inizio a Madonna per lanciare lo spagnolo Fabinho, parte del mosaico composto da Milucci, Spisso e Cerrone. Chiavi della porta affidate a Morel. La prima frazione, conclusa sul punteggio di 3 a 1 in favore degli uomini di Forte, ha visto la marcatura del solito Milucci. L’Alma, nonostante il passivo, ha giocato a visto aperto (soprattutto nei primi 7 minuti) creando tanto ma senza incidere.

Nella seconda frazione ancora Milucci poi Cerrone cercano di tracciare la rotta andando a pareggiare una gara difficile. Ma bisogna fare i conti con l’avversario e il Colleferro è ritornata in partita concretizzando le poche occasioni concesse dalla difesa salernitana. Il cinque di casa porta, infatti, il parziale fino al cinque a tre. Sono tante le recriminazioni in casa salernitana per quello che poteva essere ma non è stato. Sono almeno cinque le occasioni nitide, nei momenti salienti della disputa, per poter portare il parziale su sponda granata e uscire dal PalaRomboli con un risultato diverso.

DICHIARAZIONI DELL’ALLENATORE MARCELLO MAGALHAES«I ragazzi hanno prodotto parecchio in termini numerici, anche più di quanto visto con il Frosinone. La sfera, però, è rotonda e non sempre va come vorremmo. Non mi sento di incolpare nessuno per il risultato, è però necessario azzerare gli errori individuali, altrimenti diventa tutto complicato e finora abbiamo perso molti punti per futili disattenzioni. È necessaria più cattiveria sottoporta, altrimenti gli avversari prima o poi ti puniscono. Non possiamo fare due passi avanti e uno indietro, c’è bisogno di regolarità».

mm

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi