You are here
Alla Pinacoteca il volume di Antonello Ricco “Argenti nel Salernitano” Attualità Turismo ed Eventi 

Alla Pinacoteca il volume di Antonello Ricco “Argenti nel Salernitano”

 Il giorno 10 giugno 2022 alle ore 17:30 presso la Pinacoteca Provinciale di Palazzo Pinto a Salerno verrà presentato il volume di Antonello Ricco, Argenti nel Salernitano. Tesori svelati dell’antica diocesi di Capaccio tra Sei e Settecento, quinto numero della Collana di Studi di Storia delle Arti “Vedere e Rivedere”, dell’Editore De Luca di Roma.

Introdurranno l’evento Michele Strianese, Presidente della Provincia di Salerno; Francesco Morra, Consigliere Provinciale con delega alle Politiche Culturali; Gioita Caiazzo, Dirigente del Settore Pianificazione Strategica, Sistemi Culturali e Urbanistica; Don Fernando Barra, Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Teggiano-Policastro. Interverranno Luca Cerchiai, Direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno, e Donato Salvatore, professore associato di Storia dell’arte moderna dell’Università di Salerno. Sarà presente anche l’autore.

Il volume accoglie i risultati della prima sistematica indagine del patrimonio artistico in argento dell’area meridionale del Salernitano, coincidente con il territorio dell’antica diocesi di Capaccio. L’indagine, frutto delle ricerche dottorali, contribuisce a integrare e arricchire il panorama dei maestri argentieri attivi a Napoli e il quadro delle relazioni con committenti privati ed enti religiosi delle Province tra il Sei e il Settecento. L’indagine ha evidenziato l’esistenza di opere prodotte tanto da noti maestri partenopei, quali ad esempio Aniello Treglia e Nicola De Angelis, quanto da inediti argentieri, come Decio Cataneo e Ambrogio Ameruso, identificati per mezzo di punzoni e iscrizioni, portando alla luce opere d’arte, di difficile fruizione, che contribuiscono a determinare una comune identità culturale.

Il volume è stato realizzato con il progetto Dal Principato Citra alle Province del Viceregno. Sculture in legno e in argento tra ’600 e ’700 del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno, ed è stato finanziato della Regione Campania-U.O.D. Promozione e valorizzazione dei Musei e delle Biblioteche (Graduatoria D.D. 134/2021 e D.D. 147/2021).

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.