You are here
Agropoli, stop all’ambulanza rianimativa. Tommasetti (Lega): “Bene i sindaci, ma da sempre vicini al Pd”. Provincia Provincia e Regione 

Agropoli, stop all’ambulanza rianimativa. Tommasetti (Lega): “Bene i sindaci, ma da sempre vicini al Pd”.

 “La notizia della soppressione dell’ambulanza rianimativa in servizio presso il Presidio Ospedaliero di Agropoli rappresenta l’ennesima offesa ad un territorio che, ancora una volta, paga un prezzo altissimo per il malgoverno del centrosinistra deluchiano”. Così il professore Aurelio Tommasetti, dirigente della Lega. “L’area Sud della provincia di Salerno è già di per sé uno dei territori della Regione Campania in cui il sistema sanitario funziona peggio, e nei quali il trasporto dei pazienti risulta particolarmente difficoltoso, per via delle condizioni pessime delle strade locali – ha aggiunto Tommasetti – L’ambulanza del 118 in servizio presso l’Ospedale di Agropoli, riferimento importante per un vasto comprensorio ad alta vocazione turistica, non può essere privato del rianimatore, che può essere fondamentale per salvare vite in pericolo, altrimenti sprovviste di assistenza adeguata. L’Asl Salerno deve necessariamente fare marcia indietro su questo punto”.
“É importante – conclude Tommasetti – che i sindaci di Capaccio Paestum, Agropoli e Castellabate si siano attivati per difendere i loro territori da un nuovo atto scellerato della Regione: sorprende, però, come tutte queste amministrazioni si siano sempre mostrate vicine, se non organiche, al centrosinistra, identificando il sistema di governance di Palazzo Santa Lucia come un modello da seguire e riprodurre”.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.