You are here
ADESIONE DEL COMUNE DI PELLEZZANO ALL’INIZIATIVA DI COLDIRETTI CONTRO IL CIBO SINTETICO Provincia Provincia e Regione 

ADESIONE DEL COMUNE DI PELLEZZANO ALL’INIZIATIVA DI COLDIRETTI CONTRO IL CIBO SINTETICO

Anche Pellezzano aderisce alla petizione promossa da “Coldiretti” in merito ad una proposta di legge che vieta produzione, uso e commercializzazione del cibo sintetico in Italia. L’adesione dell’Ente guidato dal Sindaco Francesco Morra è avvenuta tramite una apposita delibera di Giunta, la numero 144 del 15 novembre 2022, attraverso la quale è stato espresso il pieno sostegno alla petizione promossa da Coldiretti contro il cibo sintetico supportando tutte le conseguenti e connesse iniziative di sensibilizzazione attinenti ai pericoli del cibo sintetico ed avvalorate anche dal mondo accademico e scientifico. “Nel pieno rispetto delle rispettive competenze – ha dichiarato il Primo Cittadino – la nostra Giunta si è impegnata ad adottare tutti i provvedimenti utili al sostegno della petizione Coldiretti contro il cibo sintetico fornendo, a tal fine, specifiche direttive ai competenti uffici e servizi del Comune anche per la sollecita trasmissione della delibera appena adottata al Ministero dell’Agricoltura della Sovranità Alimentare e delle Foreste. Aggiungo, inoltre, che siamo stati il primo Comune in Provincia di Salerno ad aver deliberato in merito a questo argomento”. Studi scientifici hanno dimostrato che il cibo sintetico: è prodotto in bioreattori; non salvaguarda l’ambiente perché comporta un maggiore consumo di acqua ed energia rispetto agli allevamenti tradizionali e soprattutto è meno efficiente di quelli oggi più performanti; limita la libertà dei consumatori e omologa le scelte sul cibo; favorisce gli interessi di pochi operatori, monopolizzando l’offerta di cibo nel mondo; spezza lo straordinario legame che unisce cibo e natura; non tutela la salute non essendoci garanzia che i prodotti chimici usati siano sicuri per il consumo alimentare e l’esperienza maturata è ancora troppo limitata per giungere a conclusioni differenti; non aiuta a perseguire gli obiettivi di giustizia sociale, in quanto prodotto sulla base di brevetti e tecnologie con alti costi di ingresso e sviluppo, nelle mani di pochi grandi investitori multinazionali; può avere impatti socio-economici molto pericolosi, in quanto frutto di una fascinazione ecologica che non ha finora consentito riflessioni ben più approfondite. Sulla scorta di tali considerazioni, il Comune di Pellezzano ha inteso aderire all’iniziativa promossa da Coldiretti per esprimere un secco NO al cibo sintetico per dire SI al cibo naturale che tutela l’ambiente, unisce gusto, salute identità e storia, sostiene la dieta mediterranea considerata uno stile di vita patrimonio dell’Unesco e sostiene la biodiversità con la valorizzazione delle risorse naturali.

 

 

 

 

 

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.