You are here
Ad Angri il prefetto di Salerno blocca la movida fracassona Provincia Provincia e Regione 

Ad Angri il prefetto di Salerno blocca la movida fracassona

Movida fracassona ad Angri: dopo due anni, tra esposti e ricorsi al Tar dei residenti, il prefetto di Salerno, Francesco Russo , ha tracciato le linee guida all’amministrazione comunale guidata da Cosimo Ferraioli per quanto concerne la gestione dei locali presenti in via di Mezzo, nel cuore del centro storico. Due le novità più importanti: attività chiuse all’una e musica da spegnere tassativamente a mezzanotte. Un diktat emanato per mettere fine alla estenuante diatriba che si trascina da anni tra i residenti e i titolari delle molteplici attività presenti nella parte antica della città doriana. Come si legge nel documento emanato dall’Ufficio salernitana di piazza Amendola, il provvedimento ha come obiettivo la «tutela del diritto alla salute dei cittadini del Comune di Angri residenti in via di Mezzo, con particolare riguardo alla salvaguardia dei danni causati dalle emissioni acustiche e sonore dovuti agli assembramenti che si formano nelle ore notturne nei pressi dei locali della “movida urbana”». Il sindaco Cosimo Ferraioli – scrive la Città-ora avrà 20 giorni, quelli previsti dalla notifica del provvedimento del prefetto, per preparare, firmare e rendere esecutiva un’ordinanza in cui venga disposta «la chiusura degli esercizi che effettuano servizi di ristorazione nonché dei locali di intrattenimento al pubblico all’1, tutti i giorni della settimana, e di vietare ai locali di effettuare intrattenimento musicale oltre la mezzanotte tutti i giorni della settimana».

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.