You are here
Smaltimento illegale di rifiuti, scatta il sequestro ad Angri Provincia e Regione 

Smaltimento illegale di rifiuti, scatta il sequestro ad Angri

Rifiuti stoccati senza autorizzazione, assenza del certificato antincendio e materiale conservato in un deposito in maniera illegittima. Queste le motivazioni che hanno portato i carabinieri del Noe di Salerno, su delega della Procura di Nocera Inferiore, al sequestro di alcuni locali della Sea, la società angrese che si occupa di servizi nell’ambito del settore ecologico-ambientale e che fa capo ai fratelli scafatesi Mauro e Corrado Scarlato.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.