You are here
Pontecagnano, l’imprenditore Giovanni Attanasio non fece alcun favore ai boss Provincia e Regione 

Pontecagnano, l’imprenditore Giovanni Attanasio non fece alcun favore ai boss

Il patron di “Lavoro doc”, Giovanni Attanasio , non era in combutta con i luogotenenti del clan Pecoraro Renna. È caduta, infatti, l’accusa di associazione per delinquere – di cui era indicato dalla Dda quale promotore – con Enrico Bisogni , uno dei “gemelli” di Montecorvino, e il factotum di ’o presidente , come viene chiamato Attanasio, Sergio La Rocca di Pontecagnano. Per il gup Marilena Albarano, che si è pronunciata ieri sul giudizio abbreviato, il fatto non sussiste. Attanasio, difeso dagli avvocati Paolo Carbone e Giovanni Chiarito, scrive la Città- è stato condannato per due soli casi di autoriciclaggio a due anni e otto mesi di reclusione, mentre La Rocca, difeso dagli avvocati Mario Pastorino e Giuseppe Sica , è stato ritenuto colpevole di una sola accusa di autoriciclaggio ad 1 anno e 1 mese, pena sospesa. Attanasio è stato assolto anche dall’accusa di falsa attestaziona.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi