You are here
Indipendentismo, non solo Catalogna: come sarà lʼEuropa del futuro? Italia e Mondo 

Indipendentismo, non solo Catalogna: come sarà lʼEuropa del futuro?

Il vento dell’indipendentismo non soffia solo a Barcellona. L’Alleanza Libera Europea, una federazione di 45 partiti autonomisti, è presente al Parlamento europeo dal 2004. Ed è proprio nella capitale delle istituzioni comunitarie, Bruxelles, che i rappresentanti dei popoli “senza Stato” lottano per la loro indipendenza. Un progetto che potrebbe ridisegnare la mappa del Continente.

Il progetto politico – L’obiettivo della European Free Alliance (Efa), un partito nato nel 1981 come casa comune di 45 minoranze sparse in 18 Paesi, è riconoscere le identità e le culture “soffocate” dopo la fondazione degli Stati nazionali. Una sorta di “ritorno al Medioevo” da contrapporre al modello del villaggio globale. E tutto questo senza rinunciare all’ombrello delle istituzioni comunitarie. “Siamo un partito proeuropeista e crediamo nei valori comunitari: libertà, democrazia, rispetto dei diritti umani – dicono gli attivisti – vogliamo solo che le minoranze possano scegliere il loro futuro”. Allo stesso tempo, però, il programma ripropone i temi forti del nazionalismo: autodeterminazione dei popoli, rispetto delle diversità linguistiche e indipendenza.

scritto da 







Related posts

error: Attenzione, il contenuto è protetto.